luglio 30, 2015

Miei carissimi,
dopo un’altra lunga pausa sono finalmente online.

Erano settimane che volevo scrivervi ma, come al solito, ho continuato a rimandare. All’inizio era colpa degli esami medici che hanno richiesto molto più tempo del previsto. La risonanza magnetica ha sottolineato alcune anomalie nel mio povero cervello difettoso: alcuni puntini bianchi che hanno preoccupato il mio neurologo. 
A settembre continuerò le visite mediche perché c’è l’eventualità che si tratti dei primi sintomi della sclerosi multipla ma, ovviamente, potrebbe anche non essere niente di grave. Speriamo

Comunque, vi confesso, di essermi un tantino spaventata. Il fratello maggiore di mio padre soffre di questa malattia. In poco più di due anni ho visto un uomo che è sempre stato in ottima forma spegnersi lentamente. Quindi al momento sto cercando di non pensare a quest’eventualità. Mi sono creata, in poche parole, una vera e propria bolla protettiva; o meglio, una bolla di ottimismo.

L’ultima traumatica visita medica si è conclusa con me che andavo in palestra per iscrivermi a più corsi possibili. Ho passato quasi tutto il tempo libero da allora ad allenarmi: sto prendendo lezioni di zumba, pilates e da domani inizio anche yoga; e, grazie anche ad un'alimentazione equilibrata, in meno di un mese sono riuscita a perdere ben 5 kg. (Sono anni che non pesavo più 55 kg!) XD

Credo sia stata proprio la paura a farmi riflettere. 
Mi sono resa conto, per esempio, di aver conservato nel corso degli anni solo amicizie superficiali. 
Di aver perso molto tempo dietro persone che di certo non meritavano tanto.
Di aver perdonato troppe volte.
Di essere quasi diventato l’amica zerbino.  
Nella mia breve esistenza ho incontrato due tipi di persone:
  1.  Gli amici narcisisti: ovvero, quelli che – come direbbe mia madre – ti usano come se fossi il cestino della loro spazzatura emotiva. Si fanno sentire solo quando hanno bisogno. Ti tengono al telefono per ore sempre e solo per lamentarsi. E, quando sei tu ad aver bisogno di una spalla su cui piangere, l’unica cosa che vi risponderanno è questa: “Ripigliati!” o semplicemente spariscono dall’orizzonte.
  2.  Gli amici passivo-aggressivi o le finte vittime: ovvero quelli che, se succede qualcosa, è sempre colpa tua. Facciamo un esempio:  dovete vedervi  e voi proponete un determinato giorno ma lui/lei vi scrive che ha già un impegno. Amen, sarà per un’altra volta! pensate voi. Il giorno dopo lui/lei vi chiama e vi propone un altro giorno, solo che questa volta siete voi ad avere un impegno. Così, inizia le terza guerra mondiale. Siete degli snob perché non potete liberarvi. Siete diventati la persona più orribile dell'universo. Ma tanto lui/lei lo sapeva già che andava a finire così. Perché ovviamente questo è il vostro solito comportamento e … oh mio dio! Ma stiamo scherzando?! Insomma, sono quelli che si offendono per ogni piccola cosa e che fanno sempre e solo scenate.
Sono delusa e forse un tantino arrabbiata soprattutto con me stessa perché all’età di 25 anni non riesco ancora a capire le persone, ma le vacanze servono a questo: passerò il resto dell’estate a divertirmi, rilassarmi e cancellare qualche numero inutile.
Per il resto però devo dirvi che sto davvero molto bene, anche se non si direbbe
Sto cercando di adottare un nuovo stile di vita e, nel frattempo, mi sono resa conto che il perdono è sopravvalutato.  

Ops, dimenticavo: ho rifatto la grafica perché mi è capitato di vedere dei blog simili inoltre volevo qualcosa di più femminile, dolce e romantico.

L’amore è nell’aria, mes amis! 

6 commenti:

  1. Ciao :) spero per te che non sia niente di grave e che si risolva subito, sono contenta che hai capito queste cose perchè sarà da guida anche a noi che stiamo leggendo, spesso si perde tempo dietro cose e persone che in realtà non ne vale la pena.
    Il perdono forse è sopravvalutato ma certe volte è quello che ci permette di andare avanti e non permettere alla rabbia di stare dentro di noi.
    In bocca al lupo per tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoo Eika! In realtà, sono una di quelle persone che, nonostante tutto, perdona sempre e comunque.
      Mi sono resa conto, però, che alcune persone, una volta perdonate, pensano che sarà sempre così. Così, ho deciso che alcune amicizie è meglio perderle piuttosto che continuare a stressarmi ... a stressarci a vicenda!
      Certo, per alcune persone vale la pena lottare ma non è sempre così.
      ahahha è il mio lato pessimista che sta parlando XD

      Elimina
  2. KRISSINAAAAAA DDDDDDD:
    Non lo sapevo proprio, davvero mi dispiace tantissimissimissimo :( Questa notizia mi ha proprio shockata, e spero con tutto il cuore che non sia qualcosa di grave!
    Non cercare di avere rimpianti, ormai quello che è passato, è passato e gli amici vanno e vengono ma la famiglia resta sempre. Mi piace credere a questo. Io di mio non ho un carattere che si lascia calpestare facilmente e forse, proprio per questo, i miei amici si ontano sulle dita di una mano (forse su tre dita sarebe meglio dire) Purtroppo anche io sto attraversando uno dei periodi più bui, forse, della mia vita,non riesco più a distinguere a questo punto quali sono le cose per cui valee la pena davvero di preoccuparsi e quali no.
    Detto questo ti abbraccio tantissimo e cercherò di starti vicina, almeno virtualmente, in questo periodo
    Buona serata <3<3<3<3<3<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noretta, ciaoo!!! ♥
      In realtà, io mi sento benissimo quindi NON dovrebbe essere niente di grave. Il problema è che ho un medico pessimista (molto peggio di me), quindi ogni volta mi fa un elenco di possibili malattie. è__é Adesso devo solo aspettare i risultati finali perché devono solo capire se sono già nata con quelle macchie bianche o se si sono create dopo. Ma non ci voglio proprio pensare quest'estate.
      Per quanto riguarda gli amici, hai proprio ragione. Le persone che ti voglio veramente bene, che ti restano accanto nonostante tutto, sono davvero poche. A differenza di te, però, io mi lascio calpestare troppo spesso e la gente se ne approfitta. Che palline!
      Detto questo, Noretta, siamo finalmente libere dallo studio e non puoi essere triste! Non stressarti anche adesso! Ti stalkererò spesso perché quest'estate devi essere felice/contenta/e ti devi divertire!
      un enoooorme abbraccio virtuale ♥

      Elimina
  3. non dirò nulla.. ma sappi solo che ti ho pensata.
    Chicca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me too!!! ❤ e anche tanto! Ma soprattutto sono felicissima di averti ritrovata!

      Elimina